Erasmo Iacovone. Il Taranto più bello. Cronistoria della stagione 1977-1978 PDF

Siamo lieti di presentare il libro di Erasmo Iacovone. Il Taranto più bello. Cronistoria della stagione 1977-1978, scritto da Davide Vendramin. Scaricate il libro di Erasmo Iacovone. Il Taranto più bello. Cronistoria della stagione 1977-1978 in formato PDF o in qualsiasi altro formato possibile su vitalitart.it.

AUTORE: Davide Vendramin

DIMENSIONE: 6,48 MB

ISBN: 9788899545581

DATA: 2017

Vitalitart.it Erasmo Iacovone. Il Taranto più bello. Cronistoria della stagione 1977-1978 Image

DESCRIZIONE

Ricordando Erasmo Iacovone | Notizie.it

Erasmo Iacovone non raggiungerà la promozione in serie A con il Taranto. Erasmo Iacovone non giocherà mai più ... la fuga di Joe Cole dalla sua finestra, Rooney e il 'seno più bello d ...
La stagione 1977-78 del Taranto, raccontata in questo libro, fu la più densa di emozioni della storia di questa squadra. L'escursione emozionale vissuta dalla tifoseria fu unica perché la più grande tragedia della storia del club (la morte del mito Erasmo Iacovone) coincise esattamente con il momento più fulgido, interrompendo il sogno più grande mai vissuto (la serie A). In quella stagione il Taranto affrontò delle leggende del calcio italiano (Lippi, Liedholm, Prandelli, Trapattoni, Renato Curi, Lido Vieri, Ginulfi, Cera, Capello e tanti altri), fu considerata una delle candidate alla promozione in serie A, disputò, per l'unica volta nella sua storia, il girone finale di Coppa Italia e aveva una squadra piena di campioni, alcuni dei quali si sarebbero successivamente affermati a livello nazionale (Selvaggi). L'obbiettivo di questo racconto è quello di rivivere pienamente, insieme al pubblico del "Salinella\
SCARICARE LEGGI

Erasmo Iacovone, l'idolo di una città | Capracotta.com

Il tempio del tifo rossoblu.. il primo stadio della mia vita.. papà mi ci ha portato piccolissimo e da quel momento mi sono innamorato del Taranto e dello Iacovone!! A quei tempi con trentamila spettatori era un'altra cosa ma grazie ai magnifici tifosi rimane sempre uno …